lunedì 2 maggio 2016

Gatto' di mandorle

Dolce croccante al profumo di limone  e mandorle, chiamato anche Catò e Gattò, nelle zone di cagliari viene lavorato anche in composizioni monumentali  per matrimoni, battesimi e cresime, il gattò ha una preparazione lunga e meticolosa, 
 tali da essere considerati capolavori d’arte. 

Ingredienti

500 gr di mandorle sgusciate
500 gr di zucchero
la scorza grattugiata di un limone
 Preparazione

Private delle pellicola esterna delle mandorle immergendole in un recipiente di acqua calda per qualche secondo , tagliarle a lamelle e  farle tostare in forno fino a quando assumono un bel colore ambrato.Prendere dello zucchero semolato,  e farlo caramellare a secco in una capiente padella antiaderente, finché diventa di un bel biondo dorato. Ritirare la padella dal fornello e versarci le lamelle di mandorla tostate. Profumare con la scorza del limone. Riportare sul fornello e mescolare con un cucchiaio di legno per bene. La quantità giusta sarà raggiunta quando si incontrerà una certa difficoltà nel girare le mandorle . A questo punto versare il croccante su un piano  di marmo precedentemente pulito  e unto con l'olio ,  stenderlo sottile servendosi di un bel limone biologico o un mattarello anch'esso unto, poi cospargere dei  confetti colorati su tutto il gattò . Tagliarlo  a strisce con la lama di un coltello e poi darle la forma romboidale .Sistemare poi i pezzi di gattò su una foglia di limone

Condividi

Nessun commento:

Posta un commento